sabato 13 luglio 2013

Il vero significato della pace




IL VERO SIGNIFICATO DELLA PACE

C'era una volta un re che propose di dare un premio a quell'artista che avrebbe dipinto il miglior ritratto della Pace.
Molti artisti tentarono. Il re guardò tutti i ritratti, ma c'erano, secondo lui,
solamente due che realmente fossero degli degni di essere premiati e che bisognava scegliere tra loro due.
Un ritratto rappresentava un lago calmo. Il lago era un specchio perfetto dove si rispecchiavano montagne torreggianti tutte d'intorno.
Per di più c'era un meraviglioso cielo azzurro con nuvole bianche come la lana e sembrava di esserci.
Tutti vedevano questo ritratto e pensavano che era un ritratto perfetto per rappresentare la Pace.
L'altro ritratto però aveva pure montagne, ma erano accidentate e spoglie.
Sopra c'era un cielo adirato e perturbato come se stesse per scatenarsi la più tremenda perturbazione atmosferica,
piena di lampi e fulmini. In basso, da un lato della montagna c'era una cascata che spumeggiava.
Sembrava un quadro che non offriva alcun appiglio al tema della Pace
Ma quando il re guardava da vicino, lui vedeva dietro la cascata un piccolo cespuglio che cresceva in una fessura nella pietra.
Nel cespuglio un uccello mamma aveva costruito il suo nido.
Là, nel mezzo del cespuglio di quell'acqua effervescente,
stava accoccolata quella femmina di uccello dentro il suo nido e in pace perfetta.
Quale ritratto pensate che vinse il premio?
Il re scelse il secondo ritratto.
"Perché", spiegò il re, "la Pace non vuole dire essere in un luogo dove non c'è nessun rumore,
nessuna preoccupazione, nessun lavoro duro.
La pace vuole dire essere nel mezzo a tutte quelle cose e rimanere ancora calmi nel proprio cuore.

Questo è il vero significato della pace."

Racconto che mi ha mandato un'amica di pc di un gruppo di Yahoo.

15 commenti:

  1. Molto bello e significativo, Robby.

    Buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Gianna. Un buon fine settimana a te.

      Elimina
  2. grazie per aver condiviso questo racconto.

    RispondiElimina
  3. Bellissimo questo racconto...la pace interiore vale più di ogni luogo tranquillo. Buon fine settimana Roby!

    RispondiElimina
  4. Bellissimo racconto... La pace interiore vale più di ogni luogo tranquillo. Buon fine settimana Roby!

    RispondiElimina
  5. ..Stupendo racconto cara,hai ragione!! :-)
    Un bacione felice sabato

    RispondiElimina
  6. Bellissima storia e intensa, piena di significato.
    Conosco il luogo della foto Il lago di curon vicino passo Resia è spettacolare.
    Un bacione Sara

    RispondiElimina
  7. Bellissimo racconto e molto bella la foto. Ciao e buona domenica. Ale

    RispondiElimina
  8. Questo racconto è molto bello. =)
    Daniela

    RispondiElimina
  9. bel racconto e stupenda ed appropriata immagine per presentarlo!

    RispondiElimina
  10. Che belle parole! Mi hai fatto pensare a quante volte vorrei starmene in pace ma so che non posso, allora è vero che ci si può creare un momento per sè anche se immersi nel caos. A scuola coi bimbi mi capita spesso! A presto. Ely

    RispondiElimina
  11. ciao
    grazie per essere passati di qua. Questo racconto anche per me è molto bello.
    La fotografia è stata fatta da me quando sono stata sul lago di Resia...bellissimo.

    RispondiElimina
  12. Non la conoscevo, davvero bella!
    Cinzia

    RispondiElimina

Rispondi

Lettori fissi

“Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente Blog, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Certe immagini e scritti qui inseriti sono tratti da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse. Gli argomenti trattati dal blog sono frutto di riflessioni personali, qualora urtassero la suscettibilità di qualcuno siete pregati di segnalarlo.”