sabato 11 febbraio 2017

Letture 2017 # 2 Un cucciolo per Natale Linda Steliou


Un cucciolo per Natale Linda Steliou


TramaLa piccola Linda ha solo tre anni quando confida a Babbo Natale un segreto: «Ciò che voglio di più al mondo è un cagnolino tutto per me». Ma i Natali passano, e l’animaletto tanto desiderato non arriva mai. Linda nel frattempo cresce, diventa moglie e madre, e il sogno di avere finalmente un cucciolo è inevitabilmente relegato in un angolo della sua mente. Almeno fino a quando, più di sessanta anni dopo, ecco che un ospite inaspettato si presenta alla sua porta e riaccende in lei quel desiderio infantile, espresso tanto tempo prima.
Una toccante parabola sull'infanzia, sull'amore e su come un animale possa davvero cambiare la vita di una persona.

Libro  che mi ha preso mio marito Roberto. Era nel cofanetto  "Il regalo perfetto". Di questo libro mi piace molto la copertina, molto dolce e tenera. Pensavo che parlava della storia di un cane e invece no parla della storia dell'autrice. Mi ha un po' deluso questo. Racconta la storia di Linda da bambina ad adulta. Storia scritta bene, lettura scorrevole. Libro che in certi punti emoziona, fa sorridere e da anche un po' di tristezza. Una storia di vita normale, di una persona comune. Lettura molto piacevole.


5 commenti:

  1. Grazie per il consiglio Roby, buona domenica! Sabrina (sciccoserie)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un grazie a te per essere passata. Ciao

      Elimina
  2. Ciao, un saluto e buona settimana. Dovrei riuscire a spedirti il libro questa settimana. A presto. Ely

    RispondiElimina

Rispondi

Lettori fissi

“Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, il presente Blog, non rappresenta una testata giornalistica in quanto sarà aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale. Certe immagini e scritti qui inseriti sono tratti da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo e saranno subito rimosse. Gli argomenti trattati dal blog sono frutto di riflessioni personali, qualora urtassero la suscettibilità di qualcuno siete pregati di segnalarlo.”